You are here Home Dalle origini ad oggi

L'IPAB La Pieve dalle origini ad oggi

Il cortile dell'IPABL'I.PA.B. "LA PIEVE", in particolare la struttura Centro Servizi per Anziani trae la sua origine dal lascito effettuato per disposizione testamentaria in data 6 ottobre 1834 dal dottor Giovanni Brogliati di Breganze. Costui aveva istituito erede proprietario dei suoi censi livelli e canoni il Comune di Breganze affinchè favorisse i poveri infermi del Comune. Il Sig Brogliati dispose che attingendo al suo patrimonio venisse erogato un sussidio mensile a sovvenimento dei poveri infermi della Comune medesima riconosciuti veramente tali e una quota annua "in dotazione di povere ed oneste Donzelle della Comune stessa".

L'erogazione di tali sussidi veniva attuata dalla Commissaria Brogliati, nominata dal Consiglio Comunale nel maggio del 1841, con sede in via Pieve, proprio come ai giorni nostri.

In quegli anni le situazioni di miseria andavano assumendo proporzioni allarmanti e l'assistenza della Commissaria divenne molto popolare anche nei paesi limitrofi, tanto che il numero dei sussidi aumentò vertiginosamente. Fu allora che si cominciò a provvedere anche alla somministrazione di medicinali, su richiesta del medico del paese.

Nel 1900 con la presidenza di Mons. Andrea Scotton furono predisposte diverse modalità di intervento, che tenevano conto delle esigenze dei piu bisognosi, provvedendo anche all'acquisto di materiali come biancheria e farmaci.

Un anno prima, in data 24 maggio 1899, con la donazione della propria abitazione, Girolamo Contro permise la creazione di un vero e proprio ospedale, I' "Ospedale Contro", che iniziò le proprie attività nel 1904. Le volontà testamentarie di Girolamo Contro, confermate nello Statuto dell'Opera Pia, esprimevano il desiderio di "raccogliere ed educare gli orfani poveri del Comune di Breganze, (...) ricoverare i poveri vecchi d'ambo i sessi inabili al lavoro". Così avvenne, fintantoché non ci si accorse che il bisogno di tranquillità e di silenzio delle persone anziane era incompatibile con le attività ben più vivaci dei giovani orfani.

Negli anni '50, per un breve periodo di tempo, la struttura venne adibita a piccolo ospedale, con due infermerie. Qui le puerpere potevano venire assistite durante il parto e si applicavano medicazioni o cure sanitarie. In seguito, tale servizio venne sospeso con la centralizzazione dell'Ospedale di Thiene.

Da oltre 35 anni l'attività dell'istituto ha congiunto le due realtà Commissaria Brogliati e Istituto Contro dando origine all'istituto Brogliati-Contro, mantenendo inalterate le volontà delle tavole di fondazione dei due benefattori, occupandosi, da una parte, dell'assistenza di persone anziane inferme, e dall'altra della sovvenzione di cittadini meno abbienti sotto forma di assistenza gratuita o semigratuita.

Nel 2000 è stata attuata un'ulteriore fusione tra tale Istituto e la Scuola Materna Fioravanzo, con la fondazione dell'l.P.A.B. "LA PIEVE", ampliando così la tipologia d'utenza e promuovendo nuovi servizi socio-assistenziali ed educativi.

     Irene Fioravanzo e Girolamo Contro                                                                                                                                                      

fioravanzo1.jpg       contro1.jpg                                                                   

Ultimo aggiornamento ( Martedì 26 Luglio 2011 16:47 )